HomenotizieIl Festival Nessiah fa tappa a Viareggio col concerto del Quintetto Abimà

Il Festival Nessiah fa tappa a Viareggio col concerto del Quintetto Abimà

di Redazione #Viareggio twitter@firenzenewsgaia #Cultura

 

Fa tappa a Viareggio il “Festival Nessiah – Viaggio nell’immaginario culturale ebraico”, organizzato dalla Comunità ebraica di Pisa e diretto dal Maestro Andrea Gottfried, che quest’anno è dedicato al tema del “Rinascimento ebraico”. L’appuntamento è per giovedì 28 novembre alle 19.30 alla GAMC – Galleria di Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo delle Muse: un fuori programma, in collaborazione con la Città di Viareggio, intitolato “Classical Jewish Musica”. Protagonista è il Quintetto Abimà.

Formato da clarinetto e quartetto d’archi, Abimà si prefigge di eseguire musiche della tradizione ebraica con un interesse particolare per i compositori che hanno composto musica ebraica per questo organico. Il quintetto è composto da Davide Casali clarinettista, direttore d’orchestra e direttore artistico del Festival “Viktor Ullmann”, e da Ernest Cosenza primo violino, Paola Veronese secondo violino, Cristina Verità viola e Cristina Nadal violoncello tutti componenti dell’orchestra Abimà che da anni si occupano di ricercare ed eseguire musica ebraica classica e tradizionale. Molte di queste musiche sono tutte musiche di autori poco eseguiti ma che hanno un forte impatto emotivo, molto vivaci ma anche molto melodiche e struggenti.

Il programma della serata prevede l’esecuzione del quintetto per clarinetto di Alexandre Krein Esquisses Hebraiques (temi popolari ebraici), la Pavana di Aldo Finzi, Jewish Folk Song di Patrick Loiseluer e come finale musica klezmer. La serata è a ingresso libero. Seguirà un rinfresco.

Tutte le informazioni sul festival Nessiah sul sito www.festivalnessiah.it.

 

(25 novembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: