HomeArezzoFibra e rete mobile: la reale fotografia delle rispettive coperture grazie a...

Fibra e rete mobile: la reale fotografia delle rispettive coperture grazie a un sondaggio aperto a tutti. Disponibile nel sito istituzionale del Comune

di Redazione Arezzo

Il Comune di Arezzo si attiva per capire il grado di diffusione territoriale e la qualità delle connessioni internet e mobili. Lo fa con un sondaggio “diffuso” e attendibile in quanto ciascun residente potrà riempire con pochi click un format disponibile sul sito istituzionale.

“È un’occasione importante che offriamo ai cittadini – sottolinea l’assessore Alessandro Casi – fruitori dei servizi di fibra e telefonia cellulare. Come assessorato disponiamo già di una ‘mappatura’ grazie alla quale conosciamo la realtà di alcune aree marginali dove le coperture stentano maggiormente. Con lo strumento lanciato adesso, vogliamo scendere ulteriormente nei particolari e ottenere una fotografia ben dettagliata della situazione. Da cui procedere poi con cognizione di causa”.

In quali termini è ancora l’assessore Casi a spiegarlo: “poniamoci dinanzi a un esempio concreto. Se dai residenti di una frazione verranno segnalate criticità in numero consistente o comunque maggiore rispetto ad altri, sarà evidente come dovremo intervenire assegnando una specifica priorità. A quel punto sarà mio compito indicare ai gestori di rete dove implementare l’infrastruttura per venire incontro all’utenza con maggiori necessità”.

E sempre restando sul concreto, l’assessore Monica Manneschi spiega cosa dovrà fare il cittadino: “nella homepage del sito campeggerà un link per la segnalazione della copertura dei servizi banda ultra larga e telefonia. Una volta entrati, la navigazione richiederà pochi semplici passaggi: le generalità di chi compila il format e una scelta tra molteplici voci relative alla zona di residenza. A seguire, arriverà il momento di dare le ‘pagelle’ alla fibra ottica e alla rete mobile e anche in questo caso ci troveremo dinanzi più opzioni che vanno dall’ottimo all’insufficiente. Il percorso si concluderà con la possibilità di stampare la richiesta effettuata. Come per altre iniziative dell’amministrazione comunale, l’assessorato all’innovazione tecnologica si pone in una duplice ottica: supportare ‘orizzontalmente’ gli uffici comunali mettendo loro a disposizione strumenti agevoli di utilizzo e consultazione, rendere sempre più semplice il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione”.

A fine gennaio verrà effettuato lo screening dei primi dati ottenuti. “Non possiamo che lanciare – concludono Casi e Manneschi – un appello condiviso: partecipate. Sarà utile a noi e soprattutto a voi”.

 

(5 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata





 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: