Home / Arezzo / Arezzo, le dichiarazioni di Luciano Ralli capogruppo PD. “Ripartire dai Cas per ricreare coesione sociale”

Arezzo, le dichiarazioni di Luciano Ralli capogruppo PD. “Ripartire dai Cas per ricreare coesione sociale”

di Redazione, #Arezzo twitter@firenzenewsgaia #Politica

 

Riportiamo le dichiarazioni del capogruppo Pd, Luciano Ralli, riguardanti il ruolo dei Cas (Centro aggregazione sociale):

“Sono 23. Sono il frutto della visione di comunità e di solidarietà del centrosinistra. Rappresentano un formidabile elemento di aggregazione per i residenti di singoli quartieri e frazioni. I centri di aggregazione sociale hanno potenzialità enormi. Da una parte abbiamo l’eccezionale lavoro dei volontari, in gran parte anziani, che organizzano iniziative ricreative, sociali e culturali. Dall’altra un’amministrazione comunale che, anche nel settembre scorso, ha confermato una visione parziale sui Cas, organizzando iniziative su sicurezza e salute degli anziani. Una scelta che sembra confermare una logica che considera l’anziano un soggetto debole.

Così non è. Ad Arezzo è ormai considerata anziana un quarto della popolazione. In gran parte sono longevi attivi, in grado di offrire molto alla comunità locale: competenza, esperienza, disponibilità, tempo. Gli anziani, in questa epoca di frantumazione sociale, sono capaci di riunirsi, stare insieme, essere soggetti organizzati. Pensiamo soltanto ai sindacati pensionati e alle associazioni di volontariato.

Soprattutto per il volontariato, per le semplici aggregazioni di quartiere e di frazione, i Cas possono rappresentare un punto di riferimento essenziale. La nuova amministrazione comunale dovrà essere in grado non di contenere burocraticamente, con rigidi regolamenti, le attività dei Cas ma di sviluppare pienamente le loro potenzialità. Strutture e locali a disposizione non solo degli anziani, ma di ogni generazione, dell’intera comunità locale per progetti e attività che possano favorire la crescita culturale e sociale, contrastare la solitudine e l’isolamento, creare punti di riferimento per i cittadini, accorciando la separazione tra persone e istituzioni.”

 

 

(31 gennaio 2020)

@gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Comitato Toscana Pride: attacco vergognoso al Consultorio Transgenere di una Susanna Ceccardi in cerca di voti

di Redazione #Toscana twitter@firenzenewsgaia #ToscanaPride   Susanna Ceccardi è nota per essere stata l’inesistente Sindaca ...

Coronavirus, 254 nuovi casi in Toscana. Sono 3.226 i contagi dall’inizio

di Redazione #Coronavirus twitter@firenzenewsgaia #Toscana   Sono 254 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati ...

Codice giallo per vento e neve in Toscana esteso fino al venerdì 27 marzo

di Redazione #Meteo twitter@firenzenewsgaia #Toscana   Vento e neve continueranno ad interessare la Toscana per ...

Coronavirus, 273 nuovi casi in Toscana. In tutto sono 2.972 i contagi

di Redazione #Toscana twitter@firenzenewsgaia #Coronavirus   Sono 273 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi