HomeFirenze CulturaChiara Frugoni presenta “Donne medievali” con Susanna Nicchiarelli. In diretta a “Mappe”,...

Chiara Frugoni presenta “Donne medievali” con Susanna Nicchiarelli. In diretta a “Mappe”, le anteprime letterarie de L’Eredità delle Donne

di Redazione, #Cultura

Saranno l’illustre accademica e medievista Chiara Frugoni e la regista Susanna Nicchiarelli le protagoniste del nuovo appuntamento di “Mappe”, il ciclo di talk letterari che anticipa il festival L’Eredità delle Donne, martedì 28 settembre alle 18 in diretta sulla pagina Facebook della manifestazione (https://www.facebook.com/ereditadelledonne). Un viaggio nel tempo attorno al nuovo lavoro di Frugoni “Donne medievali. Sole, indomite, avventurose” (Il Mulino) di recentissima pubblicazione: al centro del volume il racconto raffinato delle vicende di figure femminili straordinarie, riuscite a imporsi nella oscura misoginia medievale: da Christine de Pizan a Matilde di Canossa.

A Firenze e on line dal 22 al 24 ottobre, L’Eredità delle Donne è un progetto di Elastica insieme a Fondazione CR Firenze, con la direzione artistica di Serena Dandini e la partnership di Gucci. Il festival si avvale della co-promozione del Comune di Firenze, il contributo di Poste Italiane e la collaborazione di Manifattura Tabacchi.

IL LIBRO, “DONNE MEDIEVALI. SOLE, INDOMITE, AVVENTUROSE” (MULINO)

Nella società medievale, guerriera e violenta, la presenza femminile rimane in ombra: le donne, per lo più analfabete e sottomesse, offese e abusate, a volte addirittura considerate specie a parte rispetto agli uomini, come gli animali, non hanno voce. A meno di non essere obbligate al monastero, dove possono vivere in modo più dignitoso, imparando a leggere e scrivere. Da dove viene tanta misoginia? Una volta affermatosi il celibato dei preti con Gregorio VII, ogni donna è una Eva tentatrice, non compagna dell’uomo ma incarnazione del peccato da cui fuggire. Eppure, da questa folla negletta emergono alcune personalità eccezionali, capaci di rompere le barriere di un destino rigidamente segnato. Illuminate dalla finezza decifratoria di Chiara Frugoni, oltre che da un bellissimo corredo di immagini, incontriamole: sono monache e regine come Radegonda di Poitiers, scrittrici geniali come Christine de Pizan, personaggi leggendari come la papessa Giovanna, figure potenti come Matilde di Canossa, donne comuni ma talentuose come Margherita Datini. Tutte hanno scontato con la solitudine il coraggio e la determinazione con cui hanno ricercato la piena realizzazione di sé.

CHIARA FRUGONI nata a Pisa, nel 1940, dopo la laurea prosegue con il perfezionamento alla Scuola Normale Superiore. Ha insegnato Storia medievale nelle Università di Pisa, Roma e Parigi e ha studiato a Princeton, grazie a una borsa di studio all’Institute for Advanced Study. Il suo metodo storico ha sempre associato testi a immagini. Tra i suoi numerosi libri c’è “Francesco e l’invenzione delle stimmate” (Einaudi, Torino 1993), vincitore del premio Viareggio per la saggistica nel 1994. Per il Mulino ha pubblicato: “Vivere nel Medioevo. Donne, uomini e soprattutto bambini” (2017), “Uomini e animali nel Medioevo. Storie fantastiche e feroci” (2018), “Paradiso vista Inferno. Buon governo e tirannide nel Medioevo di Ambrogio Lorenzetti” (2019), “Paure medievali. Epidemie, prodigi, fine del tempo” (2020). I suoi saggi sono tradotti nelle principali lingue europee, oltre che in giapponese e in coreano.

SUSANNA NICCHIARELLI nasce nel 1975. Laureata in Filosofia con dottorato alla Scuola Normale di Pisa, nel 2004 si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Del 2009 è il suo primo lungometraggio, Cosmonauta (premio Controcampo alla Mostra di Venezia). Seguono La Scoperta dell’Alba, Nico, 1988 (Miglior film Orizzonti alla Mostra di Venezia, vincitore di quattro David di Donatello) e Miss Marx, vincitore del Nastro d’Argento per il Film dell’Anno 2020-21 e di tre David di Donatello. Ora sta preparando un film su Chiara d’Assisi.

Prossimi appuntamenti:

Giovedì 30 settembre
Filosofia della gioia. Una cura per le malinconie del presente di Isabella Guanzini (Ponte alle Grazie)
In uscita il 9 settembre

Martedì 5 ottobre
Exit Only. Cosa sbaglia l’Italia sui cervelli in fuga di Giulia Pastorella (Laterza)
In uscita il 23 settembre

Giovedì 7 ottobre
Il valore affettivo di Nicoletta Verna (Einaudi)

Martedì 12 ottobre
Il mondo di Drusilla di Drusilla Foer (Mondadori)
ANTEPRIMA – In uscita a ottobre

Giovedì 14 ottobre
Rifugiati: verità e falsi miti di Carlotta Sami (HarperCollins)
ANTEPRIMA – In uscita dopo il 14 ottobre

Martedì 19 ottobre
Le vie del senso. Come dire cose opposte con le stesse parole di Annamaria Testa (Garzanti)
In uscita il 30 settembre

Giovedì 21 ottobre
La contessa di Castiglione di Valeria Palumbo (Neri Pozza)
In uscita il 14 ottobre

Drusilla Foer


IL FESTIVAL, DAL 22 AL 24 OTTOBRE A FIRENZE E ON LINE

L’Eredità delle Donne è la prima manifestazione in Italia che dà voce solo a relatrici donne, a confronto con i grandi temi della contemporaneità. L’obiettivo è portare in primo piano le competenze delle donne nei vari campi del sapere e rimettere in luce il loro contributo al progresso dell’umanità. Scienziate, economiste, scrittrici, artiste, urbaniste, ambientaliste, attiviste, politiche ed imprenditrici si incontrano e si confrontano, offrendo il loro punto di vista a beneficio di una società migliore per tutte e tutti.

L’Eredità delle Donne è un progetto di Elastica insieme a Fondazione CR Firenze, con la direzione artistica di Serena Dandini e la partnership di Gucci. Il festival si avvale della co-promozione del Comune di Firenze, il contributo di Poste Italiane e la collaborazione di Manifattura Tabacchi. 

L’Eredità delle Donne – dal 22 al 24 ottobre 2021
Firenze – Manifattura Tabacchi, viale delle Cascine 33/35
Il festival on line
www.ereditadelledonne.eu

 

(27 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: