Home / notizie / Francesco Colucci, l’Italia degli Italiani veri e quella dei Quaquaraquà

Francesco Colucci, l’Italia degli Italiani veri e quella dei Quaquaraquà

di Redazione #Toscana twitter@firenzenewsgaia #Politica

 

“Il tremendo Virus ha messo a nudo una cruda realtà: ci sono due Italie, quelle degli Italiani veri e quella dei quaquaraquà. Da una parte eroi senza nome, medici e personale tecnico e infermieristico che lottano per tutti noi, persone che continuano diligentemente ad andare a lavorare per non bloccare il Paese,  donne e uomini che si attengono in silenzio alle disposizioni date, negozianti che rinunciano a stare aperti per il bene comune, gli alunni che studiano da casa, Istituzioni Nazionali e locali che lavorano seriamente per affrontare una situazione mai sperimentata prima, Amministratori, Sindaci che per non interrompere il rapporto con il cittadino rischiano e spesso subiscono il contagio, Politici di ogni razza che cercano di costruire e stare tutti assieme. Di contro abbiamo i quaquaraquà, coloro che si credono furbi nell’aggirare i divieti e se ne gloriano, coloro che sul web insultano i contagiati, le Istituzioni che lavorano, gli avversari politici. Coloro che intasano i numeri di emergenza per vedere l’effetto che fa e poi denunciano l’intaso”, lo scrive l’esponente dei Riformisti Toscani per Italia Viva Francesco Colucci in un comunicato stampa giunto in redazione.

“Un discorso a parte va fatto sui Diritti: chi confonde la Libertà di parola con libertà di insulto, di dispregio, di propagare notizie false, creare allarmi inesistenti, di essere No Vax, cioè potenziali untori di noi tutti”, continua Colucci. “Con tutti questi quaquaraquà passata l’emergenza l’Italia vera deve regolare i conti. Non possiamo più accettare che, sui Social e sui Mass media, libertà voglia dire  offendere, deridere, falsare le notizie, inventarle, divertirsi dietro anonimato a colpire gli altri. Non sono per provvedimenti restrittivi della Libertà, ma chi fa queste cose  deve essere inibito per un tempo o per sempre dai social, dalla tastiera selvaggia, dai Mass media, così come si fa con i Daspo nello sport. Senza togliere libertà e diritti dobbiamo tornare all’Italia del rispetto, dell’educazione, dei rapporti civili, dove la Politica è scontro di idee e non di uomini, non di odio ma di comprensione. Della Politica ragionata e non urlata, di quella che parla alla testa e non alla pancia, che lavora per realizzare cose e non per inseguire consensi e sondaggi. Se così sarà questa difficile prova che il Paese sta affrontando con coraggio, non sarà stata  solo dannosa e tragica” chiosa Colucci. “Siamo certi che l’Italia vera ce la farà, senza e a dispetto dei quaquaraquà”.

 

(10 marzo 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 



Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

enrico-rossi-presidente-toscana

Firenze, cronista aggredito per strada a Firenze. Rossi esprime solidarietà da parte della giunta

di Redazione, #Firenze twitter@firenzenewsgaia #Cronaca   Secondo quanto riporta l’agenzia di informazione della Giunta Regionale, il ...

controllo-polizia

Viareggio, continuano i controlli della Polizia Municipale. Fermato commercio abusivo di mascherine

di Redazione, #Viareggio twitter@firenzenewsgaia #Cronaca   Una visita all’ospedale, la sgambata con il cane, la fila ...

supermercato-buono-spesa

Emergenza Coronavirus, è possibile richiedere al Comune di Arezzo i buoni spesa

di Redazione, #Arezzo twitter@firenzenewsgaia #Notizie   Anche il Comune di Arezzo dà seguito alla recente ordinanza ...

Coronavirus, 259 nuovi casi e 9 decessi in Toscana. 4.867 i contagi dall’inizio

di Redazione #Toscana twitter@firenzenewsgaia #Corona   Sono 259 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi