HomeArezzoLeghisti: le piazze desolatamente vuotissime di Ceccardi e Salvini

Leghisti: le piazze desolatamente vuotissime di Ceccardi e Salvini

foto: Il Fatto Quotidiano | Andrea Scanzi

di Giovanna Di Rosa #Politica twitter@firenzenewsgaia #Politica

 

Insomma parrebbe proprio che il sogno della candidata perdente messa lì per perdere da Matteo Salvini, quella che “l’antifascismo non è più di moda”, sia partita maluccio. E se ad Arezzo, dove governa la Lega, la piazza era quella che vedete sopra, a Salvini serviranno un sacco di campanelli da suonare e a Ceccardi un sacco di altre battute gustosissime per vincere le elezioni che, covi permettendo, dovrebbero tenersi nel prossimo settembre.

Ci sarebbe da scommettere che il leader della lega, che deve pur riposarsi da qualche parte, sarà costretto a passare le vacanze in Toscana cercando contro ogni speranza, di risollevare le sorti della sua candidata dalla battuta facile. L’uomo che suonava i campanelli potrebbe trovare una buona alleata nella fratellitalista Santanchè e nell’amico BriatoreMarina di Pietrasanta, perché bisogna sempre cercare di ripartire da dove è iniziata la rovina. E’ nello stile del leghista italiano.

Il leader leghista del resto è già in Toscana perché deve concorrere alla rielezione del Sindaco di Arezzo indagato sul caso della partecipata del gas del Comune, quell’Alessandro Ghinelli che ha difeso con i soliti toni salviniani irricevibili: “I pm di Arezzo lascino stare Ghinelli sono gli stessi che dormivano durante il crac di Banca Etruria”.

Insomma un leader che non si smentisce e che sempre più sembra alla canna del gas.

 

(17 luglio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: