HomenotiziePisa, Nardini visita il cantiere per la nuova residenza universitaria di San...

Pisa, Nardini visita il cantiere per la nuova residenza universitaria di San Cataldo

di Redazione, Pisa

Nardini, insieme al rettore Paolo Mancarella, al Presidente dell’ARDSU Toscana Marco Moretti e al Sindaco della città Michele Conti ha visitato il luogo in cui sta sorgendo la nuova residenza universitaria pisana. Un intervento dal costo complessivo di oltre 14 milioni di euro – sostenuto anche grazie a risorse regionali – che farà salire a 1.768 i posti letto pubblici disponibili per gli studenti universitari pisani, un incremento che consentirà di accorciare le tempistiche di scorrimento delle graduatorie alloggi.

Il progetto prevede 140 camere (38 singole e 102 doppie), di cui 7 doppie riservate a studenti con disabilità, per un totale di 242 posti letto. Grande attenzione è stata posta all’efficientamento energetico e alla sostenibilità ambientale così come alla sicurezza sul lavoro nel cantiere.

“Il fatto che tante ragazze e tanti ragazzi, anche da fuori Toscana, scelgano di venire a studiare nel nostro territorio – ha detto l’assessora Nardini – dimostra sia l’elevato livello formativo delle Università e delle scuole  toscane, sia la qualità dei servizi che vengono offerti a studentesse e studenti”.

“Il diritto allo studio – ha aggiunto – è uno dei pilastri sui quali si fondano le politiche regionali toscane. Investire nella formazione dei giovani significa investire nel futuro della nostra Regione e del nostro Paese. Oggi più che mai investire in istruzione, formazione, università e ricerca è essenziale per favorire la ripartenza. Su questo vogliamo continuare a puntare con ancora maggiore forza anche per quanto riguarda l’utilizzo delle risorse europee del Next Generation EU destinate al nostro Paese e al nostro territorio e su questo chiediamo un impegno chiaro anche al nuovo Governo”.

Con l’apertura a Firenze di un nuovo edificio annesso alla residenza universitaria Calamandrei con altri 122 posti, il patrimonio residenziale pubblico complessivo della Toscana riservato ad universitari diventerà di 4891 alloggi, rendendo l’Azienda del diritto allo studio universitario, a livello nazionale, uno dei primi tre soggetti erogatori di servizi per numero di alloggiati.

 

(17 febbraio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: