Al Teatro di Rifredi “Il principio di Archimede”: un thriller al sapore di cloro sul sospetto nell’era dei social network

Share post:

di Redazione Spettacolo

È in un’atmosfera che odora di cloro, metafora perfetta della nostra società asettica, che il drammaturgo catalano Josep Maria Miró mette in scena “Il Principio di Archimede”, la pièce che lo ha imposto sulla scena mondiale in programma dal 31 marzo a al 10 aprile al Teatro di Rifredi (giorni feriali ore 21.00, domenica ore 16.30, lunedì riposo). Un istruttore di nuoto, una piscina, un bambino che piange per paura dell’acqua. E un bacio dato secondo alcuni sulla guancia, per rassicurare, e secondo altri sulla bocca, con ben altre intenzioni. Con la velocità dei social network il veleno del dubbio si infiltra negli spogliatoi, dando il via a un thriller psicologico costruito in modo diabolico.
La caccia al mostro è aperta e non ci sono risposte certe: spetterà al pubblico decidere chi è colpevole e chi innocente (spettacolo a posti limitati, info: www.toscanateatro.it).

Mirò solleva il velo di un mondo ossessionato dal principio di precauzione, dal terrore di ogni minimo rischio e dalla smania di sorveglianza. Ma sotto la superficie liscia di un ambiente sicuro sciama ancora l’idra di voci e fantasie, le cui teste sono centinaia, milioni, moltiplicate dalla contagiosa onnipresenza dei social. Lo spettacolo, con la salda regia di Angelo Savelli, si avvale dell’intensa interpretazione di alcuni dei migliori attori della scena toscana come Monica Bauco, Riccardo Naldini e Samuele Picchi e di quella di Giulio Maria Corso, giovane volto del cinema e della televisione, già protagonista di spettacoli di grande successo come “Rapunzel”, “Grease” e “Liolà”. 

Vincitore in Spagna di tre prestigiosi Premi Born, dopo aver aperto la stagione del teatro a ottobre 2021 con la lettura del nuovo lavoro “Il corpo più bello che si sia mai visto da queste parti”, interpretata da Maddalena Crippa, Josep Maria Miró torna a Rifredi con un testo tradotto in 15 lingue e rappresentato in 21 paesi che, senza un goccio di retorica, partendo da un apparente caso di pedofilia parla di molte altre cose: della paura che ci pervade, dell’educazione che ci viene impartita, delle relazioni sociali e del tipo di mondo in cui vogliamo vivere. La domanda è semplice: preferiamo una società in cui possano verificarsi delle storture, o addirittura degli abusi, ma dove sia ancora consentita la tenerezza tra gli individui, oppure una che metta in campo tutti i meccanismi di sicurezza possibili per impedire ogni rischio, anche a costo di diventare tutti un po’ poliziotti e un po’ indagati?

Un testo formidabile, che è al tempo stesso la rappresentazione della spirale che dalla paura porta alla violenza e una metafora dell’ambiguità della verità, oltre a invitare a riflettere sulle storture comunicative dei social. Un’importante tappa del lavoro di promozione della drammaturgia contemporanea portata avanti del Teatro di Rifredi, che ha valso al regista e traduttore Angelo Savelli e al Teatro il Premio speciale Ubu 2019.

L’attività del Teatro di Rifredi è realizzata con il contributo del Ministero della Cultura, Regione Toscana e Comune di Firenze, con il sostegno di Fondazione CR Firenze e Unicoop Firenze e con la collaborazione di Libreria Florida e Hotel Raffaello.

 

IL PRINCIPIO DI ARCHIMEDE
di Josep Maria Miró

traduzione di Angelo Savelli con la collaborazione di Josep Anton Codina
regia Angelo Savelli
con Giulio Maria Corso, Monica Bauco, Riccardo Naldini, Samuele Picchi
scene Federico Biancalani
luci Alfredo Piras
foto Pino Le Pera
produzione Teatro di Rifredi


Info: 055422.03.61www.toscanateatro.it.

 

(28 marzo 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Pubblicità

Potrebbero interessarvi

Sliding doors: l’arte di Elisabetta Rogai torna a Firenze dal 25 maggio

di Redazione Firenze Appena otto mesi dopo la grande mostra personale nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio in occasione...

Il quotidiano Il Tirreno apre a Firenze, Giani: “Una ricchezza per la Toscana diffusa”

di Redazione Firenze “Lo vediamo in questi giorni in cui le cronache della guerra ci fanno capire anche quanto...

La 100 km del Passatore i provvedimenti per la circolazione a Fiesole

di Redazione Toscana Sabato 21 maggio 2022 torna la “100 Km del Passatore Firenze - Faenza”, gara podistica giunta...

Nuova scossa di terremoto a Firenze: gente in strada attorno alle 23 del 12 maggio

di Redazione Firenze Una nuova scossa di terremoto piuttosto forte è stata avvertita distintamente dalla popolazione a Firenze e nella...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: