Home / Firenze Spettacoli / Teatro di Rifredi #Inscena il 12 gennaio “#Iosonosamia”

Teatro di Rifredi #Inscena il 12 gennaio “#Iosonosamia”

di Redazione #Firenze twitter@firenzenewsgaia #Teatro

 

Nell’ambito della rassegna Domenica, famiglie a teatro, andrà in scena al Teatro di Rifredi il 12 gennaio #Iosonosamia spettacolo che la Compagnia Il Paracadute di Icaro ha liberamente tratto dal libro di Giuseppe Catozzella “Non dirmi che hai paura”. La regia è firmata a quattro mani da Vincenzo Calenzo e Pierluca Rotolo, le coreografie sono di  Marta Checchi, la drammaturgia è di Pierluca Rotolo, le  musiche originali sono di Edoardo Dinelli.

In scena la storia di Samia che nasce a Mogadiscio, ama correre e lo fa con il suo migliore amico Alì, sebbene intorno a loro ci sia la guerra. Il sogno di Samia è diventare un’atleta e poter gareggiare alle Olimpiadi, si allena giorno e notte, corre per scappare dalla morte che la circonda, corre fino a sfinirsi, corre per inseguire il suo sogno. Dopo mesi di vittorie e conquiste, ma anche di rinunce e perdite, Samia partirà per quello che tutti chiamano “il Viaggio”: ottomila chilometri attraverso il Sahara e il mar Mediterraneo, per provare a raggiungere l’Europa e il proprio sogno di diventare atleta.

Dopo un lavoro di due anni il Paracadute di Icaro vuole omaggiare con #Iosonosamia la vita di questa giovane donna che ha fatto del suo sogno una missione di vita. Il tema del sognare è caro alla Compagnia, che già con la produzione de “La Fabbrica dei Sogni” ha affrontato l’argomento in modo forte e diretto, focalizzando l’attenzione sul valore di un sogno, di come coltivarlo e mantenerlo vivo dentro di sé. In scena giovani e giovanissimi attori selezionati tra i migliori allievi della scuola di teatro de Il Paracadute di Icaro, e attori professionisti. Insieme sul palco entreranno nella vita di questa giovane ragazza somala che è diventata un simbolo per le donne e ha lasciato a noi tutti un’enorme eredità: quella di credere nei propri sogni, di farsi portavoce di chi è in difficoltà, di mettere i nostri piccoli talenti al servizio degli altri. Spetta a noi prenderne consapevolezza e arrivare a poter dire che: “anche io sono Samia”.

 

domenica 12 gennaio ore 16:30
Il Paracadute di Icaro
#IOSONOSAMIA
liberamente tratto da “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella
regia Vincenzo Calenzo e Pierluca Rotolo
coreografie Marta Checchi | drammaturgia Pierluca Rotolo
musiche Edoardo Dinelli

 

Info: 055422.03.61 |  www.toscanateatro.it.

 

(8 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Fiorentina in dieci raggiunge il Milan sull’1-1

di F.F.#Milan twitter@milanonewsgaia #SerieA   Il Milan riesce a farsi raggiungere dalla Fiorentina – rimasta ...

Firenze si candida a Capitale italiana del libro

di Redazione #Firenze twitter@firenzenewsgaia #Cultura   Settanta libreria sul territorio, un piano di sostegno all’editoria ...

Teatro di Rifredi #Inscena “La Scortecata” dal 20 al 22 febbraio

di Redazione #Firenze twitter@firenzenewsgaia #TeatrodiRifredi   Dopo due anni di successi e tournées in Europa, ...

La Fiorentina strapazza la Sampdoria: 5-1 a Marassi

di F.F. #Fiorentina twitter@firenzenewsgaia #SerieA   La Fiorentina stravince in casa di una Sampdoria devastata dalle ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi