Home / Firenze Spettacoli / Teatro di Rifredi “La Locandiera” #Inscena dal 23 al 25 gennaio

Teatro di Rifredi “La Locandiera” #Inscena dal 23 al 25 gennaio

di Redazione #Firenze twitter@firenzenewsgaia #Inscena

 

Al Teatro di Rifredi dal 23 al 25 gennaio, uniche date in Toscana, la Compagnia Proxima Res ci offre una ricercata versione de “La Locandiera” in una scena, tutta virata nei toni del bianco, in cui gli attori (in ordine alfabetico) Caterina Carpio, Caterina Filograno, Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Fabio Marchisio, muovono delle bamboline in legno e dialogano con loro, a rappresentazione di ciò che accadrà nella commedia, così come faceva Goldoni da bambino con le sue poupettes che usava per inventarsi delle storie nel teatrino di casa sua. Il regista Andrea Chiodi ha immaginato una Mirandolina con poche moine e molto cervello, un Don Giovanni al femminile, una donna interessata più a una carriera da libertino che alla sua locanda. Mirandolina è astuta e calcolatrice, desiderosa di sedurre e conquistare, ma nella sua logica un vero uomo non può, anzi non deve lasciarsi conquistare: e così sembra che l’unico uomo rimasto nella commedia sia proprio lei, impegnata a scovare la femminilità dei suoi ospiti, tutti sedotti uno dopo l’altro dalle sue grazie.

Firenze, luogo della sciacquatura in Arno manzoniana ma anche goldoniana, questo il luogo in cui agiscono le figure di una apparentemente spensierata commedia amorosa in cui però il non detto, il non desiderato, il non voluto diventano parole schiette, desideri e voglie. Partendo dalle “Mémoires” in cui lo stesso Goldoni racconta che, fin da bambino quando giocava con delle piccole poupettes, aveva bisogno di costruire un vero e proprio testo che le rappresentasse, Andrea Chiodi ha immaginato che, allo stesso modo, gli attori potessero interagire con il mondo dell’infanzia di Goldoni e dialogare di volta in volta con delle piccole bambole che rappresentano i vari personaggi. Tutto si svolge intorno ad un grande tavolo, tavolo da gioco e tavolo da pranzo, dove è molto chiaro cosa avviene sopra, meno chiaro invece cosa avviene sotto, in questa Locandiera dove i personaggi appariranno e scompariranno tra una moltitudine di costumi del repertorio del teatro di Goldoni.

Un gioco che coinvolgerà i protagonisti del mondo caro al commediografo veneziano comprese le sue amate poupettes dell’infanzia.

 

TEATRO DI RIFREDI | COMUNICATO STAMPA
da giovedì 23 a sabato 25 gennaio ore 21
Proxima Res
LA LOCANDIERA
di Carlo Goldoni
regia Andrea Chiodi
con (in ordine alfabetico) Caterina Carpio, Caterina Filograno, Tindaro Granata,
Mariangela Granelli, Fabio Marchisio
scene e costumi Margherita Baldoni | disegno luci Marco Grisa | musiche Daniele D’Angelo

 

Info: 0554220361 |  www.toscanateatro.it.

 

(21 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




0Shares
0 0

Comments

comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Sentenza storica a Siena. L’omofobia non è un’opinione, è violenza

di Redazione #Siena twitter@firenzenewsgaia #NoOmofobia   “Oggi sentenza storica a Siena che conferma che l’omofobia ...

Susanna Ceccardi lascia la poltroncina di capo dell’opposizione in Toscana e torna in Europa

di Daniele Santi #Politica twitter@firenzenewsgaia #Regionali2020   Susanna Ceccardi, la candidata farlocca di Matteo Salvini ...

Allerta meteo sulla Toscana fino alla mezzanotte del 23 settembre

di Redazione #Toscana twitter@firenzenewsgaia #Maltempo   Un’area depressionaria in quota favorisce l’arrivo di aria umida ...

Susanna Ceccardi: “Abbiamo perso, ma a quelli che hanno vinto diciamo che si può anche perdere”

di Daniele Santi #Lopinione twitter@firenzenewsgaia #Politica   La Toscana ha perso una possibile presidente di ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi